Loading

Perchè un sito?

sembra scontato...ma nn lo è

Sul web, se un sito non cattura l'attenzione in 8 secondi il navigatore passa ad altro......chissà come saranno contenti di saperlo tutti quelli che si fanno fare lavori a 4 lire da pseudo professionisti improvvisati scelti all'insegna del costa meno....beh almeno saranno contenti di sapere che quando gli altri clienti o competitor li vedono spesso si fanno delle grasse risate...un buon biglietto da visita direi.

 

Il risultato dipende dal budget: più è alto più si lavora al progetto, si studiano nuov soluzioni, si fanno prove e soprattutto si lavora di fino nel dettaglio....che è la cosa che fa la differenza. Penso che nella maggior parte dei casi al cliente dovrebbe bastare essere dotato di vista per valutare, anche senza essere esperti, le oscenità che vengono prodotte da molti nel settore ma pare che nn sia così.

 

Intanto bisogna capire quello che c'è a monte: l'innovazione tecnologia, il design al passo con i tempi.....non sono opera dello Spirito Santo....non piovono dal cielo: bisogna costantemente vedere quello che c'è di nuovo in giro, valutarlo ed eventualmente studiarlo....a volte sono soluzioni che non hanno futuro a volte si ma di certo non lo si fa per divertimento.

 

Quando poi si realizza un progetto nuovo deve avere credo un minimo sotto il quale non si può scendere altrimenti è come non farlo anzi direi che si corre davvero il rischio di scatenare l'ilarità di molti....poco tempo fa ero da un grosso cliente e si rideva di un nuovo sito realizzato da un'altra azienda...sottolineo che si rideva....

 

Il minimo deve essere una grafica d'impatto e una buona indicibilità sui motori di ricerca: nel primo caso appena si entra un utente deve essere acchiappato prima ancora di leggere qualcosa....come si diceva sopra entro 8 secondi se non si cattura l'attenzione l'utente è perso; nel secondo perchè lo scopo di un sito web è farsi trovare....ma non è anche questa una cosa per nulla automatica...dipende dai contenuti in primis e dalla struttura del sito che permetta una corretta indicizzazione..e non mi dilungo sulle molteplici questioni tecniche.

Quello che invece ha preso tristemente piede tra molti è la politica dei cacasiti come la chiamiamo. Cioè fare siti spendendo il meno possibile, senza neanche prendere in considerazione la qualità con cui sarà realizzato il lavoro.

 

Non si fa assolutamente uso di spazzatura (per me) tipo CMS free (Wordpress, Joomla ecc ecc sono moltissimi) che consentono effettivamente a chi non sa fare un lavoro di farlo....rivendendo un prodotto free modificato nei contenuti e spacciandolo per proprio con risultati spesso a dir poco agghiaccianti.

Da noi ogni sito è un caso a se, si cerca di curarlo sotto ogni aspetto, di creare una grafica originale ed accattivante senza penalizzare l'accessibilità e la navigabilità, si offre assistenza per tutta la vita del sito e soprattutto si punta a migliorare sempre e costantemente, studiando le novità del settore man mano che escono, progredendo nella tecnica, nella programmazione, nella grafica, nelle animazioni e quant'altro. E queste cose non si svendono.

 

Non ci interessa lavorare con clienti che credano di avere a che fare con un "Vu Cumpra", che credano di poter avere un lavoro ed un servizio professionale a quattro lire, che non prendano in considerazione il rapporto qualità/prezzo.....tra un design realizzato su misura per il cliente ed un codice ben strutturato e validato rispetto a grafiche oscene fatte tra un panino e l'altro piuttosto che l'uso di CMS free preconfezionati utilizzati da gente che non sa fare un lavoro per cui deve utilizzare dei software gratuiti.....salvo però rivendere il prodotto, scadente, finito.

Contatti via email - Clicca qui